Pinocchio è stato la salvezza di chi in Valle Strona modella ancora il legno

Pinocchio è stato la salvezza di chi in Valle Strona modella ancora il legno – L’artigiano Giuseppe Piana è ribattezzato “mastro Geppetto” I capelli arruffati, la barba bianca e gli occhiali sul naso. E’ proprio lui: mastro Geppetto. Non ci vuole molto a riconoscerlo quando lo si incontra a Fornero, piccolo villaggio della valle Strona … Leggi tuttoPinocchio è stato la salvezza di chi in Valle Strona modella ancora il legno

UN UNICORNO SPRUZZA BRILLANTINI COME PROTESI

UN UNICORNO SPRUZZA-BRILLANTINI COME PROTESI: A 11 ANNI L’HA COSTRUITO CON LA STAMPANTE 3D Lei è Jordan Reeves, una delle più incredibili 11enni che abbiate mai visto. Al posto del braccio, ha un corno di unicorno spruzza-brillantini fatto da lei. Americana del Missouri, è nata senza l’avambraccio sinistro, ma questo non sembra lontanamente preoccuparla. Anzi, … Leggi tuttoUN UNICORNO SPRUZZA BRILLANTINI COME PROTESI

Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 storie di donne eccezionali

Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 storie di donne eccezionali Basta con Cappuccetto Rosso o La bella addormentata, le eroine che possono essere da esempio alle bambine di oggi vanno cercate tra le donne vere, fra quei personaggi femminili che nel corso della storia si sono distinti nel campo delle arti, dello sport, della … Leggi tuttoStorie della buonanotte per bambine ribelli. 100 storie di donne eccezionali

Robin Hood, il ristorante che serve i poveri facendo pagare i ricchi

Robin Hood, il ristorante che serve i poveri facendo pagare i ricchi Il locale spagnolo ogni sera ospita a cena 100 senzatetto che possono mangiare grazie alle quote versate durante la giornata da altri clienti paganti. È l’iniziativa solidale del pasto sospeso che si sta diffondendo anche in altri paesi (Italia compresa). «C’è un caffè … Leggi tuttoRobin Hood, il ristorante che serve i poveri facendo pagare i ricchi

L’asilo dai 3 ai 90 anni dove anziani e bimbi si prendono per mano

Educazione intergenerazionale: nella stessa struttura si incontrano e giocano insieme piccoli e vecchi, tra favole e lezioni di cucina. Si chiama “educazione intergenerazionale”, consiste nel far coabitare nella stessa struttura un asilo nido e un centro anziani, i piccolissimi e i grandi vecchi. “E poi creare delle occasioni di incontro, come la cucina, la pittura, … Leggi tuttoL’asilo dai 3 ai 90 anni dove anziani e bimbi si prendono per mano

Opera su una sedia a rotelle perché niente può fermare la sua passione

Marco Dolfin, chirurgo sulla sedia a rotelle: l’incidente gli ha tolto l’uso delle gambe, ma la sua passione è più forte di tutto L’incidente non ha potuto fermare la sua voglia di vivere e la sua passione di medico. Marco Dolfin, 34 anni, costretto su una sedia a rotelle dopo un scontro frontale che gli … Leggi tuttoOpera su una sedia a rotelle perché niente può fermare la sua passione

Non muri ma ponti, il Parlamento europeo ha approvato il CETA

Il Parlamento europeo il 15 febbraio ha approvato il Comprehensive Economic and Trade Agreement (CETA). La Commissaria europea per il commercio Cecilia Malmstrom ha dichiarato: “Questo voto rappresenta l’inizio di una nuova era nelle relazioni UE-Canada: insieme stiamo inviando un forte segnale. Costruendo ponti, e non muri, possiamo possiamo affrontare insieme le sfide che attendono le … Leggi tuttoNon muri ma ponti, il Parlamento europeo ha approvato il CETA

Il suo paese le paga la trasferta argentina e lei vince la maratona del nuoto

Barbara Pozzobon, 23 anni. Colletta per Barbara Pozzobon a Maserada (Treviso): lei trionfa nella massacrante maratona in acqua da Santa Fe a Coronda (57 chilometri). Lei confessa: «I soldi raccolti senza che me ne occupassi. Ero partita male, pensavo ad arrivare in fondo» Provateci voi a nuotare per quasi nove ore filate nell’acqua (non proprio … Leggi tuttoIl suo paese le paga la trasferta argentina e lei vince la maratona del nuoto

Da rifugiato a imprenditore, ora regala l’azienda (da 10 milioni) ai dipendenti

…”Ci sono storie semplici di straordinaria imprenditorialità. Belle nella loro genuina freschezza, belle perché ricche di quel senso perduto dell’azienda intesa come seconda famiglia. Del resto Éric Belile sa bene cosa significa lavorare e conosce il valore delle relazioni. Sa cosa sono la fiducia e la riconoscenza. Ma soprattutto è perfettamente consapevole dei sacrifici necessari … Leggi tuttoDa rifugiato a imprenditore, ora regala l’azienda (da 10 milioni) ai dipendenti